La perdita dei capelli è un problema quotidiano per uomini e donne. Scarico della doccia ostruito e continui passaggi di aspirapolvere sono solo alcuni dei numerosi fastidi che la caduta dei capelli comporta. In realtà la perdita dei capelli è totalmente normale: ogni giorno perdiamo circa 80 capelli al giorno. Se vedi però che la tua caduta di capelli quotidiana sta aumentando è il caso di correre ai ripari e iniziare subito a capirne le cause.

La perdita di capelli ha tanti e diversi fattori scatenanti, perciò può essere complicato scoprire il motivo esatto del problema. Spesso la perdita o l’assottigliamento dei capelli è stagionale, altre volte serve ricorrere a rimedi drastici come il trapianto di capelli. Se anche tu stai perdendo la tua chioma, ecco tutto ciò che devi sapere.

 

Quali sono le cause della perdita dei capelli?

Le cause della perdita dei capelli sono tante e vanno dalle cause ormonali a motivi alimentari. Capire la causa di questo problema significa avvicinarsi alla sua soluzione! Infatti, per capire come risolvere questo inestetismo, dovrete innanzitutto individuarne la causa scatenante.

1.Problemi ormonali

Uno squilibrio ormonale può portare alla perdita dei capelli. Gli ormoni, infatti, svolgono un ruolo fondamentale nel regolare il ciclo di crescita dei capelli. In particolare, gli estrogeni contribuiscono a mantenere i peli nella fase di crescita per il giusto lasso di tempo, mentre gli androgeni tendono a diminuire il ciclo di crescita dei capelli. Una produzione eccessiva di androgeni (dovuta a un disturbo endocrino) può portare alla caduta dei capelli.

2. Caduta dei capelli da stress

Si sente spesso dire che la caduta dei capelli è causata dallo stress, ma è vero o si tratta di un falso mito? La risposta è che sì, lo stress aumenta le probabilità di perdere capelli. Lo stress, infatti, può aumentare i livelli di androgeni, gli ormoni maschili che causano la caduta dei capelli. Non solo, lo stress intacca anche il cuoio capelluto, manifestandosi con prurito e forfora.

3. Perdita dei capelli legata alla tiroide

La ghiandola tiroidea contribuisce nella regolazione del metabolismo del corpo gestendo la produzione di proteine e il consumo di ossigeno nei tessuti. Un malfunzionamento della tiroide può intaccare i follicoli piliferi. Oltretutto, l’ipotiroidismo può causare anemia, che è a sua volta una causa della perdita dei capelli.

4. Carenze di vitamine e sali minerali

Una carenza di vitamina B12 può essere la causa della vostra caduta dei capelli. Si tratta di una vitamina che incide sulla salute dei globuli rossi, ovvero sui portatori dell’ossigeno ai tessuti. La maggior fonte di vitamina B12 sono le proteine ​​animali, motivo per cui la carenza di questa sostanza è spesso rintracciata nelle persone vegane.

Una delle cause maggiori della perdita di capelli nelle donne è la carenza di ferro. La produzione di proteine ​​delle cellule ciliate necessita infatti di ferro e quando questo non è presente in quantità sufficienti nel nostro corpo, avviene una perdita pilifera rilevante.

Perdita capelli in estate

Le condizioni meteorologiche possono portare ad una perdita di capelli consistente: fino al 70% dei nostri peli può entrare prematuramente fase di riposo, aumentando la perdita dei capelli. L’estate porta molte persone ad allarmarsi a causa della copiosa quantità di capelli ritrovata sul fondo della doccia, ma si tratta di una condizione passeggera.

La perdita di capelli stagionale non vi deve preoccupare. La causa è fondamentalmente l’alta temperatura e i violenti raggi di sole che colpiscono il nostro cuoio capelluto. La perdita della vostra chioma non vi dovrà allarmare, a meno che non vediate segni di calvizie vicino alle tempie o in determinate zone della testa.

 

 

Perdita capelli rimedi

Se sei un fumatore, sarai già stato messo in guardia sugli effetti del fumo sul tuo fisico, ma sai che anche i tuoi capelli risentono di questa tua abitudine? Iniziare a ridurre o eliminare il fumo può migliorare notevolmente l’aspetto della tua capigliatura, oltre che dei tuoi polmoni.
Uno studio condotto dal Trusted Source, ha sottoposto alcuni uomini giapponesi sani a 4 minuti di massaggio del cuoio capelluto quotidiano per 24 settimane, dimostrando che il massaggio può migliorare la condizione di chi soffre di assottigliamento o perdita dei capelli.
Anche l’alimentazione è importante per il nostro sistema pilifero. Una dieta bilanciata ti permetterà di migliorare la quantità e la lucentezza dei tuoi capelli. Verdure, frutta, cereali integrali, grassi insaturi e proteine ​​magre sono importantissime per la vostra chioma.
Tra gli alimenti consigliati per migliorare la salute dei capelli troviamo:

  • manzo magro, verdure a foglia verde, fagioli, cereali con aggiunta di ferro e uova;
  • alimenti contenenti acidi grassi omega-3, come pesce, semi di lino, tuorli d’uovo, noci e semi di canapa;
  • cibi ricchi di proteine, come frutti di mare, uova e carni bianche.

Oltre a cambiare le tue abitudini alimentari, sarà importante cambiare stile di vita per migliorare la salute dei tuoi capelli. Ridurre lo stress dovrà essere una priorità:

  • fai regolarmente esercizio fisico;
  • sperimenta pratiche di meditazione;
  • ritagliati il giusto tempo per te stesso;
  • cerca di dormire sempre abbastanza.

Il trapianto capelli come soluzione alla calvizie

La perdita dei capelli maschile colpisce circa il 50% degli uomini sopra i 50 anni, mentre quella femminile circa il 50% delle donne con più di 65 anni.
Testi medici risalenti al 1550 a.C. hanno rivelato che gli antichi egizi hanno a lungo cercato un rimedio per la calvizie, arrivando anche a sfregare sul cuoio capelluto gli zoccoli di asino macinati con del grasso dell’ippopotamo. Ora, nel 2019 i principali farmaci per bloccare la caduta dei capelli sono solo marginalmente efficaci nel restituire una folta chioma, oltre ad avere numerosi effetti collaterali.

Dove i farmaci non arrivano, arriva però la chirurgia estetica, che ha sviluppato negli ultimi due decenni nuove tecniche di trapianto di capelli all’avanguardia. Il trapianto di capelli estrae i follicoli piliferi dalle cosiddette aree donatrici trasferendoli nelle zone che necessitano il trapianto. Tra le strategie più all’avanguardia nel trapianto di capelli troviamo la tecnologia FUE e DHI.
Queste due tecniche sono al momento le più quotate nel campo dei trapianti per la perdita di capelli e la domanda è tale che secondo gli analisti di mercato il valore dell’industria globale dei trapianti di capelli andrà oltre i 24,8 miliardi di dollari entro il 2024. Le tecniche di trapianto di capelli FUE e DHI si associano spesso al turismo sanitario, in quanto la Turchia è uno dei paesi maggiormente all’avanguardia nella ricerca sul trapianto di capelli. Pare che molti europei e americani scelgano ogni giorno di prendere il volo per porre fine ai propri problemi di calvizie nella bella Istanbul. Con metodi innovativi e tecnologie pionieristiche, il trapianto di capelli sta sbaragliando le precedenti soluzioni meno efficaci.

 

 

 


Le nostre Struttura Sanitarie

Visita tutte le strutture